bergamocontrolomofobia@yahoo.it

Coloro i quali si riempiono impropriamente la bocca di parole come “libertà di espressione” – che si traduce poi in “libertà di discriminare e disseminare discorsi di odio restando impuniti” – sono le stesse persone che poi non concedono una sala comunale a Michela Marzano, autrice di Papà, mamma e gender, accusandola di essere “diseducativa.”

Censurata in provincia di Brescia, Michela Marzano sarà ospite dello spazio Jurka di Romano di Lombardia venerdì 20 novembre alle 20.45 per un incontro aperto con le associazioni e il pubblico durante il quale si parlerà dello spauracchio della “teoria gender”, ideata e costruita a tavolino dalle frange neofasciste e dagli estremisti cattolici nel tentativo di arrestare il progresso verso il pieno riconoscimento dei diritti delle persone LGTQ e delle loro famiglie.

Evento Facebook

IMG-20151104-WA0019

Per approfondire:

La paura del gender è una bufala omofoba

Teoria gender, una battaglia ideologica inesistente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: