bergamocontrolomofobia@yahoo.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

La sesta edizione del torneo Scendi in campo contro l’omofobia si è conclusa e come ogni anno i ringraziamenti sono doverosi. E’ stata una giornata fantastica all’insegna dello sport, della rivendicazione di diritti, della lotta all’omofobia, dell’antirazzismo e dell’antisessimo.

Agguerrito e equilibrato il torneo di calcio a 7, a cui hanno preso parte 12 squadre, di cui 6 maschili e 6 femminili. Gli Onzio Lima hanno vinto il girone maschile, spodestando i campioni in carica del Castel Rozzone. Le outsider Le prime mogli, quatte quatte, hanno fatto piazza pulita e si sono classificate prime nel girone femminile, aggiudicandosi la coppa e interpretando al meglio lo spirito del torneo. La coppa Fair Play se la sono aggiudicata i ragazzi del Dash Team, una delle due squadre, insieme agli Sky Blues, provenienti dall‘ITIS Marconi di Dalmine, una delle scuole che abbiamo incontrato in occasione del nostro progetto scuola contro l’omobullismo, una scuola professionale maschile molto difficile che è riuscita ad andare oltre il pregiudizio regalandoci delle emozioni indescrivibili. Il loro entusiasmo è stato contagioso, la loro presenza profondamente significativa, perciò un ringraziamento speciale è tutto per loro.

Una menzione affettuosa anche per i giocatori de Lapecorina, con noi ormai da 5 anni, sportivi e simpatici come sempre, e ai ragazzi dell’Ultraciok, che si aggiravano per il centro sportivo con la coppa dell’edizione precedente in mano: come non amarli?!?

Un ringraziamento sentito va all’associazione Sguazzi Onlus, che quest’anno ci ha permesso di ospitare anche un torneo simultaneo di pallavolo su prato e ci ha regalato delle fantastiche magliette per premiare le squadre. Grazie a Gianfranco per l’entusiasmo travolgente e il sorriso che sempre lo contraddistingue! E a questo proposito grazie anche alla nostra Francesca per la stupenda grafica della maglietta!

Grazie anche ai 9 ragazzi che hanno partecipato alla gara di graffiti, realizzando delle opere davvero favolose e significative! Hanno reso ardua la scelta del vincitore! Complimenti ai vincitori: Shoes Arts e BRSK e alla loro creatività arcobaleno! L’intenzione è quella di portare in giro il più possibile le loro opere, organizzando mostre ed esposizioni. Inoltre i primi tre classificati avranno la possibilità di riportare su dei muri cittadini appositamente selezionati i loro lavori, affinché tutta Bergamo possa apprezzare quanto realizzato da tutti loro. L’occasione a portata di mano per ammirare quanto realizzato durante il torneo Scendi in campo contro l’omofobia sarà proprio il Campino, il torneo di pallavolo organizzato da Sguazzi attraverso il quale proseguirà la nostra proficua collaborazione.

Grazie alle associazioni presenti: BergamoVegan che con i suoi dolci e la sua preparazione riesce ad ammorbidire l’onnivoro più incallito pieno di pregiudizi; ArcilesbicaxxBergamo, rappresentata anche in campo dalla loro squadra associativa, nonchè compagna di tanti viaggi; Proud2Be, gruppo giovani di Arcigay, anche per aver offerto una fresca granita alla terza classificata maschile e femminile e infine a Monica e ai suoi Monifatti, un’idea creativa contro la crisi e le difficoltà economiche.

Grazie a Catta e Baldo e alla pizzeria resistente Bella Ciao per aver sfamato le squadre con ottime teglie di pizza, grazie al c.s.a. Pacì Paciana per averci prestato bandiere e bandieroni e soprattutto l’impianto audio!

Grazie alla UISP di Bergamo per averci aiutato a livello organizzativo, fornendoci gli arbitri e l’assicurazione per le squadre.

Grazie ad Andrea, consorte, prole armata di liquidator e cagnolino per aver messo a disposizione il loro bar, lo Sport Village Cafe del Centro Sportivo Don Bepo Vavassori e per averci donato parte degli incassi a sostegno delle nostre attività! Grazie davvero per la vostra disponibilità e resistenza! Siete stati anche quest’anno degli ottimi compagni di viaggio, preziosi aiutanti e sostenitori.

Grazie ad Asian Mix per averci permesso di premiare le squadre vincitrici con barche giganti di sushi! Grazie ad Angelica per ospitare nel suo squisito take away ormai all’incirca metà della popolazione LGBT e friendly della bergamasca, ahahah!

Grazie al Comune di Bergamo e al Tavolo permanente contro l’omofobia per averci dato il patrocinio e grazie alla consigliera Denise Nespoli per aver rappresentato anche le istituzioni attraverso la sua importante presenza durante il torneo, nonché per il suo impegno costante a favore del riconoscimento dei diritti civili.

Grazie alla Dottoressa Simonelli per essere passata, per noi una preziosa risorsa all’interno del gruppo scuola, un punto di riferimento costante e un esempio da seguire.

Grazie al comitato Rompiamo il silenzio…Che in veste informale c’era anche lui!

Grazie a tutti i partecipanti e a tutte le partecipanti per averci sostenuto comprando un panino dal nome buffo o una maglietta, grazie a chi ci ha sempre appoggiato e a chi ci ha conosciuto in questa occasione, grazie ai vecchi amici che sono passati a salutare, grazie ai volti nuovi, a quelli che vorrebbero avvicinarsi ancor di più ma non sono ancora pronti, a quelli che volevano venire ma non se la sono sentita… Vi aspettiamo l’anno prossimo!

Grazie al gruppo graffiti di Bergamo contro l’omofobia, che se all’inizio ha instillato in me ansie e timori, poi mi ha catturato con il suo pragmatismo: grazie per avermi insegnato a fidarmi, a delegare, a condividere paure e incertezze.

Grazie a ogni singolo volontario attivo di Bergamo contro l’omofobia: se tutto questo è stato possibile è grazie a tutti e tutte noi, per questo mi sento, per una volta, di fare dei nomi: grazie a Elisa, che anche se la perdo sempre so che appena la incrocio con lo sguardo mi tranquillizzo. Grazie a Fabio e Laura per essere rimasti sotto al sole cocente per ore tenendo d’occhio le partite e il bordo campo. Grazie a Marina perché è una tuttofare fondamentale, filo rosso tra ciò che è movimento e ciò che è associazione. Grazie ad Alberto perché è ciò che è sempre mancato a Bco: un comunicatore nato esperto in zumba! Grazie ad Adele per il suo carattere deciso e pragmatico, per la freschezza che insieme a Elena ha portato in associazione. Grazie a Elena anche per la presenza costante e la manovalanza peso che mette in qualsiasi nostro evento. Grazie a Flavia, Barbara e Mariangela per aver seguito il banchetto panini sotto una cappa di calore livello sauna. Grazie a Lucio perchè ha l’inspiegabile potere di riportarmi sulla terra quando parto per la tangente. Grazie a Massimiliano per le sue foto stupende, per la sua bravura nel cogliere gli attimi e i dettagli con delicata poesia. Grazie a Francesca per aver ideato la maglietta, i volantini, le locandine… Ma in realtà tutto ciò che a livello grafico caratterizza Bco. E infine grazie a Silvia, faro nella notte, sostegno quando la voglia di mollare tutto si fa forte: vi assicuro che senza di lei al mio fianco, non ci sarebbe stata una sesta edizione.

Io non so come funzioni dalle altre parti, ma so che in Bergamo contro l’omofobia tutto sa di buono perchè siamo una piccola grande famiglia. Sia che ci sei dentro da anni, sia che ci sei dentro da un’ora. Ed è solo per questa ragione che quest’anno ho deciso di firmami così,

La presidente di Bergamo contro l’omofobia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: