bergamocontrolomofobia@yahoo.it

10418284_593564947415500_54396706525829439_n

Bergamo contro l’omofobia aderisce e vi invita al corteo anti omo-transfobia di sabato 8 novembre. Ritrovo al piazzale della stazione di Bergamo ore 15.00. Sarà presente il “nazista dell’Illinois” Giampietro Belotti, che farà un discorso introduttivo dal carro, e si renderà omaggio alla memoria di Stefano Cucchi, malmenato e lasciato morire di fame e di sete in seguito a un arresto per possesso di pochi grammi di fumo. Il corteo porrà inoltre l’accento sulla questione profughi, le famiglie omosessuali, l’educazione alle differenze all’interno delle scuole e la reale apologia di fascismo, quella di Rovetta e Lovere, non certo quella di Giampietro Belotti.

L’appello:

Non è bastata l’opera di svelamento della loro vera natura, un misto di fascismo, frange di estremismo cattolico e anti complottisti da scie chimiche, il tutto ovviamente fondato sull’omo_transfobia rivendicata come libertà d’opinione.

Le sentinelle in piedi, senza vergogna alcuna, torneranno in piazza per l’ennesima volta. In totale sfregio di una città che ha più volte dimostrato la sua natura antifascista e il suo rifiuto di politiche discriminatorie.

Ormai a quasi un anno di distanza dalla prima contestazione scenderemo in piazza anche noi, perchè crediamo fortemente che i nostri corpi sono allo stesso tempo il campo entro cui si svolgono le battaglie dei diritti ed anche la principale arma di autodeterminazione.

E non ci stancheremo mai di esporci in prima persona, con le nostre facce a rappresentarci e le nostre voci a raccontarci.

I vari bigotti che si trincerano dietro un silenzio apparentemente pacifico sappiano fin da ora che non cadremo in questo tranello: sappiamo fin troppo bene il peso che possono avere le parole ed anche il peso del silenzio senza il quale le innumerevoli aggressioni quotidiane non potrebbero compiersi.

Torniamo con un corteo dopo un periodo di assenza dalla piazza.
Alla partenza e all’arrivo del corteo, ricorderemo Stefano Cucchi e le ingiustizie che lui e la sua famiglia stanno subendo da anni.
Contro l’omertà delle istituzione e contro l’impunità delle forze in divisa, rispondiamo all’appello della famiglia Cucchi e di ACAD, associazione contro gli abusi in divisa, che hanno indetto una fiaccolata a Roma.
Da lontano, ma facendoci sentire in egual modo, ci saremo. Per chiedere giustizia e verità. Per Stefano.

CONTRO OGNI FASCISMO – STOP OMOTRANSFOBIA

Comitato Rompiamo il Silenzio Bergamo

Di seguito l’appello di Giampietro Belotti, il celebre “nazista dell’Illinois”:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: