bergamocontrolomofobia@yahoo.it

Appuntamento lunedì 10 marzo al Toolbox di via Pignolo 42, Bergamo. Ore 20.30

Bergamo contro l’Omofobia è una associazione sorta ormai da quasi cinque anni. Le persone che la compongono si riuniscono in assemblea e organizzano eventi culturali e politici, manifestazioni, collaborano a iniziative pubbliche e partecipano al Tavolo Permanente Contro l’Omofobia. Sono tutti impegni che tentano di cambiare la nostra società, al politica della città, le relazioni e il nostro modo di stare nel mondo ma ci siamo mai interrogate/i collettivamente sulle tematiche che ci fanno riunire? Cos’è stato per ognuna/o di noi la scoperta della propria sessualità? Quando ciò è avvenuto? Che cosa mi ha aiutato a parlarne agli/alle altri/e? Ne ho sentito il bisogno o forse no? Mi rispecchio nel mio genere? E nel mio corpo?

Questa pratica si può definire autonarrazione collettiva, mutua sostanzialmente dall’autocoscienza femminista degli anni ’70 che però prevedeva che ad essa partecipassero solo le donne. I movimenti femministi hanno insegnato, e continuano a farlo, come il “personale è politico, il privato è pubblico” perché una lotta, per essere tale ho bisogno “che parta da me”. E’ necessario che ognuno/a parli per sé stessa/o e non per gli/le altre e questa è una pratica che si può imparare solo narrandosi e ascoltandosi vicendevolmente.

Ne emergerà un quadro molto più complesso di quello che ci aspettiamo e forse scopriremo di essere totalmente in disaccordo su tutto, o forse no. Sicuramente qualcuna/o di noi si riconoscerà nelle parole di qualcun altra/o. Non si arriverà a nulla di concreto, questo è bene farlo presente, nessun comunicato, nessun accordo, nessuna programmazione; ma la condivisione di un percorso e la consapevolezza renderanno probabilmente gli e le attiviste di BcO più unite/i.

L’argomento del primo incontro di autonarrazione, guidato da Roberta, sarà: Come la sessualità ha cambiato la nostra percezione di sé? – Chi sono, cosa ero, cosa sono diventato/a, sono cambiata/o, genere/identità, ecc.

Nonostante lo scopo della serata sia la condivisione all’interno di un gruppo ristretto, non è obbligatorio intervenire se non ce la si sente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: