bergamocontrolomofobia@yahoo.it

art1

Siamo molto felici di annunciare che la mostra fotografica I baci rubati sarà ospitata dal Divina Bar, un importante punto di riferimento della nostra città da oltre 20 anni.
Quello che ci auguriamo e auspichiamo, nonché quello per cui continueremo a batterci, è che la mostra venga esposta in piazza, in una delle vie principali di Bergamo, lì dove passano proprio quegli anziani e bambini che a detta del nostro sindaco sarebbero potuti restare scioccati dalle fotografie. Dal canto nostro, abbiamo avuto l’occasione di constatare più volte, in ogni luogo dove finora è stata esposta la mostra – compreso un parco pubblico di Brescia -, che nessuno ne è rimasto turbato né si è sentito offeso. I baci rubati è una mostra nata in un’ottica pubblica, per respirare all’aria aperta e confrontarsi con chi trovandosi a passarci accanto, abbia voglia di fermarsi e scambiare due parole con noi. Che siano di disapprovazione o di gratitudine, noi saremo lì ad accoglierle.
Negare lo spazio pubblico a una mostra come questa non solo significa delegittimare ciò che essa rappresenta (l’amore omosessuale ed etero – “cos’è un bacio se non la forma di amore più alta?”), non condannare la violenza omofoba verbale e fisica (spesso scatenata proprio a causa di un semplice bacio) che da troppi anni colpisce il nostro Paese, ma significa negare la possibilità di dialogo e di confronto tra cittadini, senza il quale non è possibile auspicare una crescita reale, sociale e umana, della città.

I baci rubati arriveranno al Divina (via Borgo Santa Caterina 1/E) giovedì 25 aprile, un giorno simbolico di lotte, emancipazione e liberazione per il nostro Paese, nonché una piacevole coincidenza per noi, che da ormai quattro anni ci battiamo per la libertà negata dalla privazione di diritti di cui le persone LGBT soffrono da troppo tempo, in contrasto con il resto d’Europa. Porteremo la mostra in questo storico locale bergamasco – che per anni ha avuto il pregio di accogliere tutte le differenze – nell’ambito del bando Artway, promosso dal Comune di Bergamo per dare la possibilità ai giovani cittadini bergamaschi di esprimersi attraverso la loro arte e le loro idee in diversi locali della città.

Questa è la prima volta che esponiamo la mostra nel contesto di un progetto patrocinato e promosso dal Comune di Bergamo, ed è una conquista molto significativa per noi. Ma si tratta solo del primo passo verso la realizzazione dell’obiettivo per cui sono nati I baci rubati: poter esporre, un giorno, le fotografie per le vie della nostra città, confrontandoci pubblicamente con i nostri concittadini.

art2

 

 

 

 

Annunci

Commenti su: "I baci rubati con Artway @Divina" (2)

  1. vane ha detto:

    sto facendo un bel pò di pubblicità all’evento soprattutto, visto quello che ci eravamo detti all’ultima riunione, tra gli adulti over 45, perchè può essere non solo un’occasione per farli uscire, ma soprattutto per sensibilizzare loro, che forse hanno delle idee un pò chiuse più radicate rispetto ai giovani. spriamo bene!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: