bergamocontrolomofobia@yahoo.it

Non abbiamo avuto bisogno di carri allegorici e di musica a tutto volume per divertirci. Siamo scese a Bologna nel pieno rispetto di noi stesse, consce del perché eravamo lì: per una ragione politica, per la mancanza di diritti. Bologna 2012 è stato il Pride nazionale che molte persone gay, lesbiche e transgender sognavano da anni, una manifestazione all’insegna dei contenuti, della consapevolezza e della solidarietà. E’ stato bello vedere sfilare tantissime coppie e famiglie etero al nostro fianco, in una battaglia che, questa volta, è riuscita a rappresentare e coinvolgere tutti, proprio grazie alle modalità scelte, all’insegna della misura e della coscienza personale. Questo è il nostro Pride.

Annunci

Commenti su: "Il nostro Pride quotidiano" (1)

  1. Condivido il vostro post.
    Ho assistito per la prima volta ad un pride in cui è stato possibile presentare le istanze emotive e legislative GLBT. Per la prima volta i media non hanno avuto la possibilità di strumentalizzare le parodie allegoriche. Per la prima volta chi partecipava al pride per puro e unico motivo esibizionista non ha avuto spazio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: